Maggio 2022

Al via i cantieri di Casa Fregonara

Casa Fregonara

Al via i cantieri per la nuova Comunità Alloggio di Anffas onlus di Novara.

Undici posti destinati a persone con disabilità intellettiva e relazionale, la prossima sede dell’associazione e una prospettiva di inclusione fattiva nella comunità.

Uno spazio destinato a diventare cuore pulsante di Anffas onlus di Novara che comprenderà la nuova sede dell’Associazione e una Comunità Alloggio destinata a undici persone con disabilità. Questo è il progetto racchiuso nella ristrutturazione di Casa Fregonara, residenza storica novarese sita in corso Risorgimento 193 a Novara, donata nel 2019 all’associazione dagli eredi Fregonara e oggi al via nel suo processo di nuova vita per divenire anello di congiunzione tra le strutture residenziali esistenti dedicate agli adulti.

La struttura

I cantieri per la ristrutturazione dello stabile sono stati aperti da qualche settimana e l’intervento prevede la ristrutturazione dell’edificio principale che sarà destinato alla comunità alloggio con la creazione di undici posti letto e spazi destinati alle attività collettive, insieme alla parziale ricostruzione del secondo edificio che, invece, sarà destinato ad accogliere la nuova sede dell’associazione con la creazione di uffici e una sala riunioni.

Nell’edificio principale, il primo piano comprenderà una sala soggiorno/pranzo, una palestra, locali per il personale e di servizio (cucina, dispensa, lavanderia e depositi). Al piano primo, invece, è prevista la zona notte nella quale si ricaveranno 5 camere singole e 3 camere doppie, per un totale di 11 posti letto, con i rispettivi servizi e l’ascensore.

I fruitori del servizio saranno persone adulte con disabilità intellettiva per cui sono possibili e/o necessari prevalentemente interventi educativi per lavorare su abilità residue. La struttura offrirà progetti di vita in equilibrio tra i necessari livelli di protezione che consentono di percepire la casa come luogo sicuro e la partecipazione alla realtà della città.
L’inserimento delle persone sarà subordinato alla valutazione della commissione UMVD (Unità Multidisciplinare Valutazione Disabilità) e/o alla definizione degli accordi amministrativi con gli enti invianti e/o tutori. In organico sono previsti educatori professionali, operatori socio-sanitari e tecnici specialisti.

Casa Fregonara sarà, quindi, non solo un luogo di cura e assistenza, ma anche e soprattutto un luogo di vita possibile che offra progetti educativi individualizzati e integrati con la comunità.

Il collegamento alla rete come garanzia di inclusione

La Comunità alloggio sarà in rete con le attività di tempo libero e di socializzazione svolte sul territorio, in particolare con il gruppo di volontari dedicato formato e sostenuto da tempo da Anffas Novara. (Gruppi OASI E GECO). La casa ha senso se è luogo da cui si genera ed alimenta la socialità, se fa parte di un quartiere, di una comunità. Anffas Novara ha già in parte sperimentato negli ultimi anni la progettazione di laboratori, serate, feste e gite socializzanti, anche in collaborazione con altre agenzie del territorio, andando a consolidare una rete di rapporti in funzione di questo obiettivo specifico. La fine dei lavori di ristrutturazione è prevista per giugno 2023.

Sostieni Casa Fregonara

Con la tua donazione potrai rendere Casa Fregonara un ambiente famigliare e accogliente, dove ogni stanza viene curata nei minimi dettagli per aiutare le persone con disabilità ad essere più autonome e a vivere da protagoniste il loro cambiamento:

Puoi donare* attraverso:

Bonifico bancario
IBAN: IT 41 U 05034 10100 000000043007

Bollettino Postale
CCP: 40489395

Carta di credito o Paypal cliccando qui.
Causale: Casa Fregonara

GRAZIE!
Per informazioni: donatori@anffasnovara.it – 393 32536963

*La tua donazione è fiscalmente deducibile o detraibile.